EFFETTO TERMOGENICO DEGLI ALIMENTI

Immaginiamo due panini, l’uno con pane integrale ai cereali e semi di girasole e cheddar; l’altro con pane bianco e formaggio tipo sottilette.

Sebbene i due panini abbiano pari calorie e simili macronutrienti, l’effetto termogenico del panino integrale è circa il doppio rispetto a quello processato (137 kcal vs 73 kcal) e ciò è dovuto alla diversa qualità degli ingredienti. (Barr, Wright; 2010)

In generale, l’effetto termogenico del cibo, cioè il dispendio calorico dovuto all’ingestione di cibo, sarà più alto, e quindi minore la quantità di calorie assimilate, quanto maggiore sintesi enzimatica, peristalsi intestinale e scomposizione dei Immaginiamo due panini, l’uno con pane integrale ai cereali e semi di girasole e cheddar; l’altro con pane bianco e formaggio tipo sottilette.

 

È vero che “una caloria è una caloria”, ma si tratta semplicemente di un’unità di misura, così come lo è il kg. Il potere calorico di un alimento non ci dice nulla circa la qualità dell’alimento stesso, un po’ come il kg non ci dice nulla sulla densità dell’oggetto (è un chilo di piume o di piombo?)

Una dieta sana non può basarsi esclusivamente sul conteggio delle calorie e dei macronutrienti.
Le fonti alimentari contano, eccome!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *