Ormai sappiamo tutti che il BMI è un indice spesso poco attendibile in quanto non distingue la massa magra da quella grassa e ignora la distribuzione corporea del grasso. Infatti un soggetto “normopeso” può comunque avere grandi quantità di grasso viscerale o tessuto adiposo sottocutaneo nella regione addominale, entrambi considerati fattori di rischio per la salute.

Il ricercatore Philip Maffetone ha introdotto un nuovo indice più attendibile: se la circonferenza addominale è maggiore della metà dell’altezza si è più grassi del dovuto.

Voi avete superato il test?

https://www.researchgate.net/publication/339473972_Revisiting_the_Global_Overfat_Pandemic/link/5e5520044585152ce8eddbd3/download

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *