LE VERDURE? POCO CONDITE E PRIMA DEI PASTI

Per me la verdura non è mai stata un contorno quanto, piuttosto, un antipasto.
Credo fermamente che un bel piattone di verdure grigliate o un’insalatona mista prima di passare al primo e al secondo piatto possano essere un ottimo espediente per aumentare la sazietà e al contempo garantirsi una buona dose di fibre, vitamine e sali minerali.

🔬 Uno studio ha confrontato la quantità di tortellini mangiata in 5 diverse occasioni:
1) Solo tortellini
2) Verdure a volontà (prima dei tortellini)
3) Verdure a volontà (insieme ai tortellini)
4) 300g di verdure (prima dei tortellini)
5) 300g di verdure (insieme ai tortellini)
La porzione di verdure da 300g era pari a 100 kcal e composta da: lattuga, carote, sedano, cetriolo, pomodori, formaggio e topping a basso contenuto di grassi.

🥗 I soggetti hanno mangiato meno verdura quando ne hanno scelto autonomamente la quantità;
🥗 I soggetti hanno mangiato meno pasta quando hanno mangiato le abbondanti porzioni di verdura prestabilite (sia prima che durante);
🥗 I soggetti hanno mangiato più verdura prima della pasta, piuttosto che durante, quando ne hanno scelto autonomamente la quantità.

🔬 Un altro studio ha confrontato la quantità di pasta mangiata dopo aver mangiato:
1) Un’insalata piccola (150g) poco condita;
2) Un’insalata piccola (150g) molto condita;
3) Un’insalata grande (300g) poco condita;
4) Un’insalata grande (300g) molto condita;

Le insalate poco condite hanno ridotto l’introito calorico totale del pasto rispetto al mangiare solo pasta. Al contrario, le insalate molto condite, indipendentemente dalla grandezza della porzione, hanno incrementato l’apporto calorico totale del pasto.

🥗 In breve, una bella porzione di verdure, preferibilmente poco condita e prima delle portate principali, può stimolare il senso di sazietà e ridurre l’apporto calorico totale del pasto.
Facciamo come si fa coi bambini: prima le verdure!

 

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/15389416/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3264798/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *