COME SCEGLIERE UN BUON INTEGRATORE DI OMEGA 3?

COME SCEGLIERE UN BUON INTEGRATORE DI OMEGA 3?

1) Deve contenere più della metà di omega 3 di origine animale, cioè EPA e DHA;
2) Il rapporto ottimale tra EPA e DHA dovrebbe essere circa di 2:1;
3) Esistono due tipi di olio di pesce a seconda del tipo di produzione: gli esteri etilici (EE) e i gliceridi naturali (TG) che sono da preferire in quanto maggiormente biodisponibili.
4) La distillazione molecolare multipla (short path distillation) a pressione e temperatura bassa, permette di eliminare i grassi liberi, i metalli pesanti, le diossine e le impurità.

L’IFOS (International Fish Oil Standard) è un ente indipendente riconosciuto a livello internazionale che analizza la qualità degli integratori di omega 3 rispondendo ai parametri dell’OMS (organizzazione mondisle della sanità) e del CRN (council for responsible nutrition). L’IFOS assegna un massimo di 5 stelle ad ogni prodotto:

• Per il superamento di tutte le categorie testate secondo i parametri OMS e CRN relative a diossina, mercurio, piombo, arsenico, ecc
• Per livelli di omega 3 maggiori al 60% in ogni capsula
• Per livelli di ossidazione inferiori al 75% rispetto allo standard
• Per livelli di pcb (policlorobifenili) inferiori al 50% rispetto allo standard
• Per livelli di diossina inferiori al 50% rispetto allo standard
Le aziende produttrici si sottopongono volontariamente alla certificazione IFOS e i risultati sono gratuitamente consultabili on line.

Nel primo commento il post completo, i riferimenti bibliografici e il link al database ifos per controllare quante stelle hanno i vostri omega 3 😉

http://consumer.nutrasource.ca/ifos/product-reports/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/20638827/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/2144420/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *